Menù superiore:


sfondo testata

Istituto dei Ciechi

Opere Riunite "I. Florio – F. ed A. Salamone" Palermo



Percorso pagina:


Articoli con tag "mi ci vedo"

21 marzo 2017

Avviso Pubblico per la selezione di soggetti con disabilità sensoriale da avviare a corsi di ceramista e sartoria per il progetto “Mi ci vedo”

Premesso che l’Istituto dei Ciechi “Opere riunite I. Florio – F. ed A. Salamone” è un Ente pubblico di Istruzione, educazione ed assistenza per ciechi, sorto l’uno per iniziativa popolare e per munificenza del Comm. Ignazio Florio, l’altro per testamento della signorina Francesca Salamone in Notar Portera di Mistretta, raggruppati in unico Ente morale con R. decreto 29 ottobre 1898, dichiarato Istituto d’Istruzione e di educazione, con sede in Palermo, via Angiò n. 27; 


16 marzo 2017

Dal carcere all’Istituto dei ciechi: Il volontariato va in trasferta

Il progetto “Mi ci vedo” coinvolgerà i non vedenti nella creazione di oggetti artigianali.

PALERMO – Il volontariato che dalla Casa Circondariale Pagliarelli arriva all’Istituto dei Ciechi di Palermo Florio Salamone. Il leitmotiv rimane invariato: l’obiettivo è insegnare un mestiere per l’inserimento nel mondo del lavoro. Le “Pupe del Pagliarelli”, le bambole cucite a mano dalle detenute, ideate da Antonella Macaluso e Peppa Genzone dell’associazione “Un nuovo giorno”, conquistano nuovi orizzonti nel progetto “Mi ci vedo”, in cui i ragazzi non vedenti potranno cimentarsi nella creazione di manufatti artigianali. Ma non solo bambole. Il maestro delle ceramiche Nino Parrucca insegnerà ai soggetti con fragilità come si fa a diventare artigiani della ceramica.




Copyright by Cristian Falco - cristianfalco@hotmail.it

Sito realizzato con "Amministrazione Accessibile", il tema Wordpress per la Pubblica Amministrazione e gli Enti non profit.